• Categoria: Cinema

Golden Globe Awards 2014

Share

Domenica notte Los Angeles si è illuminata.

Centinaia di star da tutto il mondo si sono riunite circondate da flash e da migliaia di speranzosi fan in attesa di vedere i propri attori preferiti.

Sono andati i scena i Golden Globes.

 

Secondi solo agli Oscar , essi rappresentano un’importantissima cerimonia per il mondo cinematografico in generale.

 

Ancora una volta sono stati condotti dalle incredibili Tina Fey e Amy Poehler che hanno saputo regalare molti sorrisi con un connubio perfetto di ironia e complicità.

Molti i premi per il cinema.

Trionfo per “American Hustle” che si è portato a casa tre statuette : miglior film-commedia/musical , migliore attrice protagonista in un film-commedia/musical ad Amy Adams e migliore attrice non protagonista ad una emozionata Jennifer Lawrence.

Premiati anche Matthew McConaughey e Jared Leto in “Dallas Buyers Club” rispettivamente per migliore attore protagonista in un film drammatico e migliore attore non protagonista. Un’ interpretazione molto sofferta per entrambi : McConaughey per il suo ruolo ha dovuto perdere ben 20 kg ( “esattamente quello che fanno tutte le attrici per ottenere una parte” scherza Tina Fey) e Leto ha dovuto affrontare un vero supplizio : la ceretta.

Leonardo Di Caprio con il molto discusso “The Wolf of Wallstreet” vince la statuetta per il migliore attore protagonista in un film -commedia/musical.

Migliore attrice protagonista in un film drammatico va invece a Cate Blanchett per “Blue Jasmine”.

Il toccante “12 anni schiavo” di Steve McQueen ottiene il premio per Miglior Film Drammatico.

Mentre Miglior Film – commedia/musical è “The Wolf of wallstreet”.

Altri premi sono : miglior regista per Alfonso Cuaron (“Gravity”) , migliore sceneggiatura a Spike Jonze (“Her”) , miglior colonna sonora al giovane Alex Ebert (“All is lost”) e miglior film d’animazione ovviamente a “Frozen”.

Vittoria anche per gli U2 a cui è spettato il golden globe per la migliore canzone originale in un film : Ordinary Love (“Mandela: Long Walk to Freedom”).

Per la televisione vince , come prevedibile, "Breaking Bad" che ottiene il premio Miglior serie drammatica e migliore attore in una serie drammatica per Bryan Cranston.

Miglior Attrice in una serie drammatica all’incredula Robin Wright (“House of cards”).

Molto apprezzati anche "Brooklyn nine-nine" come Miglior serie comedy e il suo protagonista , Andy Samberg ,come miglior attore in una serie comedy.

Premio anche per la presentatrice Amy Poehler, miglior attrice in una serie comedy ("Parks & recreation").

Si passa allora alle premiazioni per le miglior miniserie o film tv. Conquista il primo titolo "Behind the candelabra", che vede vincitore anche il suo protagonista Michael Douglas.

Gli ultimi premi a Elizabeth Moss (“Top of the Lake”), Jacqueline Bisset (“Dancing on the edge”) e Jon Voight (“Ray Donovan”) rispettivamente per miglior attrice, miglior attrice non protagonista e miglior attore non protagonista.

Ma la più grande sorpresa l’abbiamo avuta quando Orlando Bloom e Zoe Saldana hanno annunciato il Miglior Film Straniero : vittoria più che meritata a “La Grande Bellezza” di Paolo Sorrentino , che commosso ringrazia sua moglie, i figli e l’Italia “quel paese pazzo ma bellissimo!”.

A questo punto gli auguriamo un grande in bocca al lupo con la speranza che arrivi trionfatore anche agli Oscar!

Login